Home / Moda / Salute & Fitness / Tempio Pausania: a Mantelli il nuovo Nucleo Hospice della Rsa

Tempio Pausania: a Mantelli il nuovo Nucleo Hospice della Rsa

La Asl di Olbia apre il Nucleo Hospice della Rsa di Tempio Pausania: la struttura realizzata in località Mantelli sarà operativa entro i primi mesi del 2017.In seguito al rilascio del certificato di agibilità della struttura (ottenuta in data 08.08.2016) che sorge tra via Limbara e via Tobagi, l’Azienda sanitaria ha avviato il confronto con l’Assessorato Regionale alla Sanità per trovare la migliore soluzione percorribile per la sua gestione.
Con la delibera n. 1.133 del 18.11.2016 la Direzione Aziendale ha stabilito di attivare, in gestione diretta, il Nucleo Hospice della Rsa, verosimilmente dal 16/01/2017.

Il Nucleo Hospice che verrà attivato sarà una struttura residenziale caratterizzata da un offerta assistenziale ad elevata intensità di cure, che andrà ad integrarsi con l’offerta dei servizi domiciliari ed ospedalieri già presenti nel territorio della Gallura.
Al Nucleo potranno accedere i pazienti che si trovano in quella fase della malattia non più suscettibile di guarigione, e per i quali non risultano adeguate le altre forme di assistenza (come i pazienti in fase avanzata e avanzatissima di malattia, con una presumibile aspettativa di vita inferiore a sei mesi, e per i quali non vi fossero le condizioni per garantire l’assistenza a domicilio).
L’Hospice inoltre sarà parte integrante della già esistente rete delle cure palliative e delle cure palliative oncologiche domiciliari della Asl di Olbia.

Con l’attivazione del Nucleo Hospice, la Asl di Olbia intende ridurre il numero di ricoveri e di giornate di ricovero in strutture di degenza per acuti; inoltre punta a completare l’offerta assistenziale delle cure domiciliari integrate nel territorio gallurese, e migliorare la qualità dei percorsi di continuità assistenziale.

Contestualmente all’apertura dell’Hospice, la Asl di Olbia ha avviato le procedure per stabilire l’assetto definitivo di gestione dell’intera struttura; è prevista, infatti, la progettazione di una gara per l’individuazione del concessionario cui affidare la gestione della Residenza sanitaria assistenziale, con assunzione del rischio d’impresa, mediante procedura competitiva ad evidenza pubblica, e prevedendo a carico del concessionario l’onere, nell’ambito di un idoneo piano economico finanziario di gestione, di attivazione della struttura.

Info su La Redazione

Controlla Anche

Cannabis: uno studio statunitense svela i rischi e i benefici

Un megastudio statunitense, già definito una “pietra miliare” nella storia sull’uso della cannabis, pur lasciando …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code
     
 

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com